BIO

Emanuele è un fotografo italiano.

Nasce nel 1986 a Novi Ligure.

Laureato in Scienze Politiche – giornalismo politico, sociale ed economico – scrive per diverso tempo sulle colonne di diversi settimanali. Allo stesso tempo affina, collaborando con alcune società, la passione per l’immagine prima come videografo per poi approdare alla passione della fotografia, per alcuni anni come assistente di alcuni fotografi – come si faceva un tempo – per poi farne il suo mestiere.

Dopo alcuni riconoscimenti internazionali per i cortometraggi “the Wolf” (tra cui la partecipazione al 69 Festival de Cannes Sfc), “the Fiddler” (tra i più votati e finalista al primo Infinity film festival e trasmesso sulle reti Mediaset), “Ballet Objectif” (che firma come coregia e vince il Pegaso d’oro – premio alla regia – al PIFF 15 e un Award o Merit all’IndieFEST film) e per la sceneggiatura di “Than it’s light” decide però che il mondo delle immagini in movimento che gli interessa è quello pubblicitario e lo affianca alla fotografia.

Il fil rouge dei suoi lavori è una spiccata attenzione e propensione per il racconto di ciò che lo circonda.

La fotografia di matrimonio entra nella sua carriera mosso dalla curiosità di raccontare sempre storie nuove dove trova nel settore del Wedding una fonte inesauribile di ispirazione che in parte combina con alcune campagne pubblicitarie legate al settore. Questo suo approccio lo ha portato ad essere anche apprezzato in pubblicità. Sempre attento al mondo che lo circonda, porta nella sua fotografia un linguaggio moderno ma in qualche modo legato ai grandi classici del cinema e della fotografia d’autore di un tempo.

Da quest’anno membro della WPJA.

Emanuele is an Italian photographer.

He was born in 1986 in Novi Ligure.

He has a degree in political science – political, social and economic journalism – he writes for some time in the columns of several weekly. At the same time he refines, collaborating with some companies, the passion for the image first as a videographer and then to the passion of photography, for a few years as an assistant to some photographers – as it used to do – and then make his job.

After some international awards for the short films “the Wolf” (including participation in the 69Th Cannes Film Festival Sfc), “the Fiddler” (one of the most voted and finalist at the first Infinity film festival and broadcast on the Mediaset networks), “Ballet Objectif” (which he signed as a co-directing and won the Pegaso d’Oro – director’s award – at PIFF 15 and an Award or Merit at the IndieFEST film) and for the screenplay of “Than it’s light” decides, however, that the world of movies that interested is the advertising and supports it to photography.

The “fil rouge” of his works is a strong attention and propensity for the story what surrounds him.

Wedding photography enters his career moved by the curiosity to always tell new stories, he finds in the Wedding sector an infinite source of inspiration that partly combines with some advertising campaigns related the sector.
His approach has led him to be also appreciated in advertising. Always attentive to the world around him, he combines in his photography a modern language to the great classics of cinema and fine art photography.

From this year member of the WPJA.